Sindacato Utenti
e Operatori per una
Medicina Integrata
Salute, cura, prendersi cura

Ogni uomo o donna nella sua individualità ha il dovere di gestire il suo agire nel miglior modo possibile affinché salvaguardi quello straordinario equilibrio del proprio essere vivente che si definisce salute.

Ridefinire insieme il concetto di salute

Nella vita di tutti i giorni non ci sono cose più banali e dannose dei luoghi comuni. “E’ stato sempre così, così fan tutti…” è il luogo comune più pericoloso, perché gravido di conseguenze non facilmente valutabili da chiunque non abbia un minimo di conoscenza della materia; è l’affermazione che si abbia il diritto alla salute. Non c’è affermazione più falsa e subdola di questa.

Vero è, invece, che ogni uomo o donna nella sua individualità ha il dovere di gestire il suo agire nel miglior modo possibile affinché salvaguardi quello straordinario equilibrio del proprio essere vivente che si definisce salute.

Risulta dunque fondamentale definire il concetto di salute, per tale motivo forniremo nei nostri incontri formativi e su questo sito dei riferimenti di letteratura in proposito, affinché si possa verificare l’attendibilità di quanto appena affermato.

Conoscenza controllata e prassi di guarigione

La salute deve essere conoscenza controllata e prassi di guarigione, con qualsiasi strumento, da quello ancestrale fino alle implicazioni derivanti dalla conoscenza attuale della fisica quantistica, abbandonando definitivamente l’impostazione riduzionistica e meccanicistica tuttora dominante. Il salto, perché di salto si tratta, non è semplice né indolore perché le resistenze sono tante e fortissime, apparentemente insuperabili. Soltanto aumentando il livello di conoscenza, e dunque debellando la paura generata dall’ignoranza, tali resistenze si mostrano per quello che sono: puri apparati di menzogne e opportunismi indicibili.

La salute è una condizione che l’individuo cerca di mettere insieme con la maggiore consapevolezza possibile, senza costrizioni o limitazioni di libertà di pensiero e di scelta terapeutica. In un sistema complesso, qual è l’umanità contemporanea, si cerca di uniformare e semplificare per economizzare dal punto di vista finanziario, e standardizzare da quello politico la vita degli esseri umani, ma la natura ci insegna che la ricchezza è creata dalla diversità e dalla complessità. In natura non esiste una gestione democratica. Dunque la teoria della conoscenza di questo sindacato è semplicemente naturale, pertanto è la migliore possibile per chi è consapevole di essere umano. Potrebbe sembrare questa una definizione eccessiva, ma non lo è.

Articolo pubblicato il
15/05/2020